DNCA Invest
Beyond Infrastructure & Transition

Azionario Europeo Specializzato nelle Infrastrutture

Salva come fondo preferitoCopy to clipboard Copier le code ISIN

Commento di gestione
Agosto 2018


Il calo di quasi il 20% del peso argentino rispetto al dollaro statunitense registrato alla fine del mese ha caratterizzato il clima finanziario prevalente durante l’estate. Il proseguimento della crescita dell’economia statunitense (indicatore PIL Now a 4,1%, EUR/USD a 1,16) e la capacità di D. Trump di utilizzare l’arma delle barriere doganali hanno scosso i mercati di quei paesi emergenti più indebitati: Turchia, Sudafrica e Argentina tra gli altri. I primi dibattiti sull’approvazione del bilancio dell’Italia sono stati avviati e lasciano prevedere un rischio di scostamento dagli...

Igor de Maack - Romain Avice - Olivier HabaultRedatto il 03 settembre 2018

Al 15/10/2018

NAV

145,5€

Livello di rischio

Performance dall’inizio dell’anno

-11,19%

Performance
annualizzata a 5 anni

+4,23%
Right arrow
Left arrow

Performance 

2017

+14,65%

Right arrow
Left arrow

Volatilità a 1 anno

10,89%

Tempo raccomandato d'investimento

5 anni

Attivo netto
(Al 28/09/2018)

129M€

Data di lancio del comparto

21/09/2007
Le performance passate non costituiscono in alcun modo garanzia di quelle future.
Le performance sono calcolate da DNCA Finance, al netto delle commissioni di gestione.
Il presente fondo non garantisce il recupero del capitale investito.

Gestori

Igor de Maack

Igor de Maack si è laureato all’HEC e alla SFAF (Società francese degli analisti finanziari) e ha conseguito una specializzazione DESS in fiscalità internazionale.

Esordisce in Deloitte & Touche. Nel 1998 entra in BNP Paribas nel settore del project financing. Nel 2002 passa ad IXIS dove si occupa soprattutto delle operazioni di finanziamento dell’A 28, per diventare poi analista di ricerca azionaria di Ixis Securities e Vicepresidente senior sul mercato azionario primario in Lazard-Ixis.

Nel 2007 entra a far parte di DNCA Finance come gestore titoli specializzati sul tema delle infrastrutture.

Romain Avice

Romain Avice si è laureato all’EDC ed è titolare di un Master di II livello in finanza.

Nel luglio 2008 entra a far parte di DNCA Finance come assistente di gestione e successivamente diventa gestore-analista su Gallica nel dicembre 2012 e su DNCA PME nel dicembre 2014.

Olivier Habault

Olivier è laureato all’HEC di Parigi. Dopo una prima esperienza presso Exane BNPP nel team di vendita di azioni e di arbritraggi, in seguito di analisi sul settore bancario, si unisce a DNCA nel gennaio 2018 dove lavora sulle oblbigazioni convertibili e sull’azionario europeo.

Performance

Performance del fondo

* L’indice di riferimento «Macquarie Global Infrastructure Index Europe Local Total Return» ha cessato di essere quotato in data 18/11/2016. A partire da tale data, il nuovo indice di riferimento è il «MSCI Europe Net Infrastructure». La commissione di performance con clausola High Water Mark sarà calcolata rispetto a questo nuovo indice a partire dal 1° marzo 2017. Si precisa che a causa di questo cambiamento, nessuna commissione di performance è stata addebitata nel corso dell’anno civile 2016.

Performance annuali
Le performance registrate dalla costituzione del fondo e fino al 11 ottobre 2018 sono state conseguite in base a una strategia di gestione che ha subito variazioni.
Performanceal 15/10/2018
Right arrow
Left arrow

YTD

DNCA Invest Beyond Infrastructure & Transition-11,19%
MSCI Europe Infrastructure NET Index-8,57%
Simulatore
(1) La data di creazione del fondo è il : 21/09/2007

In breve

Il comparto è gestito tenendo in considerazione principi di Responsabilità e Sostenibilità. In quest’ottica, il processo d'investimento e la conseguente selezione dei titoli tengono conto di un rating interno rispetto alla responsabilità d’impresa e alla sostenibilità delle società. Il comparto investirà almeno due terzi del suo patrimonio complessivo in titoli azionari di emittenti con sede legale in Europa o che svolgono la parte preponderante delle loro attività economiche in Europa e la cui attività si concentra principalmente su beni infrastrutturali. I beni infrastrutturali forniscono prodotti essenziali e/o servizi pubblici (servizi di trasporto, concessione di strade a pedaggio, piattaforma aeroportuale, reti satellitari, produzione di energia elettrica, trattamento delle acque, trattamento dei rifiuti, reti di trasporto del gas e di energia, energie rinnovabili, impianti eolici, centri ospedalieri e scuole) alla popolazione per un lungo periodo in un quadro normativo completo. Il comparto investe altresì in fornitori di tecnologie e attrezzature che abbiano un comprovato impatto positivo sull’efficienza energetica in materia di infrastrutture e mobilità.

Quale obiettivo?

Il comparto mira a realizzare un rendimento superiore rispetto all'indice MSCI Europe Infrastructure Net Index nel periodo d'investimento consigliato.

Quale ripartizione?

Il comparto investirà in qualsiasi momento entro i seguenti limiti:
- Titoli azionari europei o strumenti finanziari derivati collegati (come CFD o DPS): dal 75% al 100% del suo patrimonio netto;
- Tino al 25% del suo patrimonio netto in titoli azionari non europei;
- Strumenti di debito, compresi gli strumenti del mercato monetario in caso di condizioni di mercato sfavorevoli: dallo 0% al 25% del suo patrimonio netto;
- Fino al 10% del suo patrimonio netto in quote e/o azioni di OICVM o fondi di investimento alternativi regolamentati.
Il comparto può investire in titoli denominati in qualsiasi valuta. Tuttavia l'esposizione alla valuta non di base può essere coperta nuovamente con la valuta di base per mitigare il rischio di cambio. In particolare, futures e valute a termine possono essere utilizzati a tale scopo.
I derivati negoziati in borsa oppure fuori borsa (diversi da CFD e DPS) possono rappresentare fino al 40% del patrimonio netto del comparto, fra cui contratti futures e opzioni non complesse negoziati sui mercati regolamentati a fini di copertura o incremento del rischio azionario senza sovraesposizioni.

Per quale investitore?

Per l'investitore che desidera investire in una nuova classe di attivi dalle caratteristiche difensive. Beni di "rifugio" alternativi all'immobiliare quotato.

Quali caratteristiche?

Valorizzazione : Giornaliera
Natura giuridica del fondo : Comparto della SICAV di diritto lussemburghese
Nazionalità : LU
Valore minimo di sottoscrizione : Nessuno (Classe B) Nessuno (Classe N) 200.000 € (Classe I) 2.500 € (Classe A) Nessuno (Classe ND)
Investimento minimo in classe/azione : Nessuno (Classe B) Nessuno (Classe N) Nessuno (Classe I) Nessuno (Classe A) Nessuno (Classe ND)
Commissioni di ingresso : 3% max
Commissioni di performance : Il 20% della performance positiva, al netto di eventuali commissioni, superiore al MSCI Europe Infrastructure NET Index con High Water Mark

Menzioni legali

Il presente documento promozionale è uno strumento di presentazione semplificato, redatto esclusivamente a titolo indicativo. Le opinioni espresse sui mercati corrispondono alle analisi dei gestori di DNCA. DNCA Finance non può essere ritenuta responsabile per le decisioni p rese (o non prese) sulla base del presente documento, né per qualsiasi altro uso che possa esserne fatto da parte di terzi.