18 Maggio 2018

La rivincita degli indici nel 2018?

Commento di gestione

La settimana è stata complicata per i mercati finanziari che hanno dovuto affrontare in successione i tassi a 10 anni americani che hanno raggiunto la barriera del 3,1%, il prezzo del petrolio sempre in rialzo con il Brent vicino agli 80$, il fallimento (sicuramente provvisorio) delle negoziazioni sulla formazione del governo italiano. I due partiti italiani (Movimento 5 stelle, Lega) dovrebbero essersi finalmente messi d’accordo su un insieme di proposte comprendenti stimolo fiscale e spesa pubblica. Questa alleanza va chiaramente a sfidare l’Europa e rimette in causa tutti i progressi compiuti di recente.

Per la prima volta dalla crisi in effetti (se si esclude la Grecia trattandosi di un caso particolare), i populisti hanno preso il potere in un paese europeo. La realtà finanziaria rischia un’altra volta di riportare tutti alla ragione. I mercati sono in una situazione di osservatore attento pronto a vendere il BTP 10 anni (titolo di stato italiano) alla minima frenata o sterzata. Anche il contesto internazionale si è degradato nel Medio-Oriente e sulla preparazione del vertice tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord. Il flusso di investimenti si dirige sempre più verso gli asset in dollaro, grandi vincitori del nuovo paradigma di Donald Trump (riforma fiscale, protezionismo in favore delle imprese americane…). Comunque, i numeri dell’economia non smettono di sorprendere (Indice Phili Fed recentemente al di sopra delle attese).

Malgrado tutti questi rischi e flussi in uscita, i grandi indici europei hanno resistito abbastanza bene. È lo stesso fattore di sorpresa di inizio anno. Senza titoli petroliferi, un buon numero di gestori avrebbe difficoltà a seguire gli indici. Il 2018 sarà quello della rivincita degli indici? Per il momento potrebbe essere questo il caso ma la gestione attiva rimane sul lungo termine la risposta corretta per un’allocazione efficiente soprattutto in periodi di incertezza.

Testo redatto il 18 maggio 2018 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

La settimana è stata complicata per i mercati finanziari che hanno dovuto affrontare in successione i tassi a 10 anni americani che hanno raggiunto la barriera del 3,1%, il prezzo del petrolio sempre in rialzo con il Brent vicino agli 80$, il fallimento (sicuramente provvisorio) delle negoziazioni sulla formazione del governo italiano. I due...
2018-05-18