08 Settembre 2017

Status quo della BCE in attesa della riunione di ottobre

Commento di gestione

Harvey, Irma, le tempeste si susseguono e purtroppo si assomigliano nei paesaggi di desolazione che provocano. L’impatto economico, soprattutto negli Stati Uniti dove dovrebbe essere colpita a breve la Florida non sarà trascurabile, e molte industrie saranno colpite, senza tuttavia che sia messa in discussione la dinamica americana e mondiale. Questa espansione sincronizzata su tutte le zone del pianeta è abbastanza rara da essere segnalata.

Come previsto, la BCE non ha modificato il suo programma di acquisto di attivi. Dovrebbe farlo alla riunione di ottobre e finalmente riuscire a rialzare (un po’) i tassi d’interesse. Questo contesto monetario continua a favorire le transazioni finanziarie che animano il listino (Schneider/Aveva e UTC/Rockwell Collins). Dopo una settimana deludente i flussi tornano sul continente europeo, malgrado i timori del referendum di secessione catalana. Questo nuovo episodio magari desterà per qualche investitore preoccupazioni infondate sull’Eurozona. Infatti, nella costituzione del 1978 nessuna regione spagnola ha la capacità giuridica di organizzare la propria secessione e la propria autonomia.

Donald Trump, la cui comunicazione teatrale e le tribolazioni sono difficili da decriptare sul piano nazionale e internazionale (Corea del Nord), ha finalmente ottenuto un accordo (con i Democratici!) sull’aumento del limite del debito per i prossimi tre mesi. Questa recita permanente del Presidente degli Stati Uniti ricorda un famoso scambio tra il giornalista David Brinkley e Ronald Reagan nel 1988, alla fine del mandato di quest’ultimo. Alla domanda “il suo vecchio lavoro d’attore l’ha aiutata nel ruolo di Presidente degli Stati Uniti?”, Ronald Reagan avrebbe risposto in maniera abbastanza realista “There have been times in this office when I have wondered how you could do the job if you had not been actor”. Tra Ronald e Donald, la storia giudicherà chi avrà recitato meglio…

Testo redatto il 8 settembre 2017 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

Harvey, Irma, le tempeste si susseguono e purtroppo si assomigliano nei paesaggi di desolazione che provocano. L’impatto economico, soprattutto negli Stati Uniti dove dovrebbe essere colpita a breve la Florida non sarà trascurabile, e molte industrie saranno colpite, senza tuttavia che sia messa in discussione la dinamica americana e mondiale....
2017-09-08