30 Giugno 2017

Il punto settimanale sui mercati di Igor de Maack

Commento di gestione

E’ arrivata l’estate e, come milioni di famiglie europee, anche gli investitori si preparano a partire e hanno iniziato a vendere azioni divenute più volatili.  Il VIX è infatti risalito a 11,7, contro il 10 delle ultime settimane.

Una delle spiegazioni è l’inizio di una crisi di coscienza dei mercati obbligazionari che ancora una volta si sono lasciati addormentare da tassi long troppo bassi, tornati adesso al loro livello di novembre scorso. Un discorso spontaneo di Mario Draghi, una percentuale d’inflazione superiore alle aspettative in Germania e in Giappone, e un’attività economica mondiale che si consolida (revisione della crescita in Europa, produzione manifatturiera cinese valida) hanno dunque rilanciato l’idea che i tassi long dovrebbero seguire questo movimento macro-economico di fondi… e quindi risalire.

Dopo l’incertezza Trump, l’incertezza obbligazionaria incoraggia certi investitori a prendere profitto prima di partire per il mare. La pubblicazione dei risultati semestrali potrebbe capovolgere questa tendenza negativa sui mercati, ma bisognerà sorvegliare l’evoluzione dei tassi di cambio dato che un euro forte non è una buonissima notizia per i risultati delle società esportatrici europee. Eppure per la quattordicesima settimana consecutiva i flussi sono entranti sulle azioni europee (1,9Md$).

Dopo la solita fase “honey moon” il nuovo esecutivo francese si confronta con la dura realtà dei numeri. La Francia dovrà dare prova di rispettare i suoi impegni europei, rendendosi meno dipendente dal debito pubblico e dalla spesa pubblica. Ancora una volta l’arma fiscale o la proroga delle misure fiscali che dovrebbero liberare l’energia e la crescita potrebbero essere utilizzate per colmare in urgenza il divario di bilancio. Dopo il florilegio di slogan “Great Again” (“Make America Great Again”, “Make the Planet Great Again”), speriamo di non doversi preparare a uno slogan molto meno allegro: “Make the Tax Great Again!”.

Testo redatto il 30 guigno 2017 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

E’ arrivata l’estate e, come milioni di famiglie europee, anche gli investitori si preparano a partire e hanno iniziato a vendere azioni divenute più volatili.  Il VIX è infatti risalito a 11,7, contro il 10 delle ultime settimane. Una delle spiegazioni è l’inizio di una crisi di coscienza dei mercati obbligazionari che ancora una volta si...
2017-06-30