23 Giugno 2017

Il punto settimanale sui mercati di Igor de Maack

Commento di gestione

I mercati azionari prendono fiato prima dei mesi estivi. L’andamento del mercato è meno netto, le preoccupazioni per un nuovo crollo del prezzo del petrolio si fanno sentire, la stagione della pubblicazione dei risultati non è ancora iniziata e una parte degli investitori vorrebbe prendere profitto sugli investimenti del primo semestre. Effettivamente la performance a due cifre di alcuni mercati, alcune tematiche e determinate aree geografiche è notevole. Contro le aspettative, i tassi lunghi sono scesi.
Una loro risalita nei prossimi mesi potrebbe segnalare un nuovo movimento al rialzo del mercato azionario, in particolare in Europa, dove i dati macroeconomici sono stati tutti rivisti al rialzo (Italia, Francia).

Negli Stati Uniti, per il momento, nonostante l’ulteriore aumento dei tassi a breve da parte della Fed, rimangono sempre le stesse domande a cui rispondere: in quale direzione va la crescita? In quale direzione va l'inflazione? In quale direzione vanno i tassi lunghi? E gli utili societari? Cosa farà Donald Trump?

Nel frattempo, la Cina ha annunciato la decisione dell’MSCI di inserire 222 Large-Cap cinesi (A-shares) negli indici MSCI Emerging Markets Index (peseranno per lo 0,73%) e MSCI ACWI Index a partire da giugno 2018. Questa decisione rappresenta un segnale da parte della Cina, ormai ben avviata sul fronte delle riforme del suo modello economico.
La Cina promette di uniformarsi al capitalismo finanziario dopo aver ormai già accolto il capitalismo industriale. Questo paese, oggi importante contributore alla crescita globale, potrebbe, grazie ai nuovi collegamenti, divenire un futuro contributore/protagonista delle grandi crisi globali. Occorre non dimenticare che la Cina deve affrontare tre questioni nel lungo termine: il Debito, la Demografia e la Democrazia (3D). L'ex leader cinese, Deng Xiaoping, aveva probabilmente ragione quando affermava: “Se la Cina apre le sue porte, entreranno inevitabilmente delle mosche”.

Testo redatto il 23 giugno 2017 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

I mercati azionari prendono fiato prima dei mesi estivi. L’andamento del mercato è meno netto, le preoccupazioni per un nuovo crollo del prezzo del petrolio si fanno sentire, la stagione della pubblicazione dei risultati non è ancora iniziata e una parte degli investitori vorrebbe prendere profitto sugli investimenti del primo semestre....
2017-06-23