19 Maggio 2017

Il punto settimanale sui mercati di Igor de Maack

Commento di gestione

Il rischio politico è tornato ma per una volta non è la zona euro a far temere. I rumors attorno al possibile impeachment di Donald Trump si fanno sempre più insistenti, senza che si possa, tuttavia, stimare la reale probabilità che accada. Infatti, occorre ricordare che, negli Stati Uniti, per portare a termine la procedura di impeachment, è necessario un voto a maggioranza semplice alla Camera dei Rappresentanti e un voto a maggioranza di due terzi al Senato. Queste due camere sono in misura maggioritaria controllate dai Repubblicani.

In Brasile, il presidente Temer sembra essere finito lui stesso nella grande operazione "Lava Jato", proprio lui che è stato uno dei principali paladini contro il sistema di corruzione diffusa. Questi due eventi hanno provocato una mini-correzione e una presa di profitto da parte degli investitori. Il BOVESPA quotava un multiplo di valutazione PE 2017 di 11x prima delle rivelazioni e 9x al momento dei fatti che hanno coinvolto Dilma Rousseff e del crollo macroeconomico. Questo dà un’idea (a condizione che i profitti rimangano invariati) del potenziale ribasso a cui il mercato brasiliano va incontro.

Il dollaro, d’altro canto, si è ulteriormente indebolito nei confronti dell’euro, superando la soglia di 1,11. In un mese tipicamente ideale per uscire temporaneamente dai mercati azionari prima della pausa estiva (sell in May and go away), questa presa di profitto potrebbe essere utile per inanellare un secondo semestre positivo, sostenuto da un'economia globale in crescita.

Nel corso di un recente seminario a Singapore, il nostro team di gestione ha potuto rendersi conto del notevole miglioramento nelle dinamiche globali. I sondaggi che hanno coinvolto oltre un migliaio di investitori locali hanno offerto diversi insegnamenti. La maggior parte degli investitori è convinta che l'area euro possa sopravvivere oltre il 2020 e che il Presidente degli Stati Uniti sarà rimosso...

A Berlino, dopo un discorso responsabile e cooperativo con Angela Merkel, Emmanuel Macron continua il suo impeccabile percorso, dopo il suo annuncio di un governo eclettico e collegiale. Questo dovrebbe offrigli delle buone chance di successo alle elezioni legislative dell’11 e 18 giugno. Per il momento, tuttavia, la portata di questo successo resta sconosciuta (maggioranza relativa o maggioranza assoluta, coalizione o coabitazione). "Pour être l'homme de son pays, il faut être l'homme de son temps" ("Per essere l'uomo della sua nazione, deve essere un uomo del suo tempo"), scriveva Chateaubriand. Questa massima sarà sicuramente sfuggita ad alcuni leader del mondo occidentale, tra cui il presidente degli Stati Uniti. Forse saranno gli europei stessi che vorranno "Make Europe Great Again"!

Testo redatto il 19 maggio 2017 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

Il rischio politico è tornato ma per una volta non è la zona euro a far temere. I rumors attorno al possibile impeachment di Donald Trump si fanno sempre più insistenti, senza che si possa, tuttavia, stimare la reale probabilità che accada. Infatti, occorre ricordare che, negli Stati Uniti, per portare a termine la...
2017-05-19