10 Marzo 2017

Il punto settimanale sui mercati di Igor de Maack

Commento di gestione

Le questioni politiche stanno cominciando a lasciare spazio allo stato di salute delle economie dei paesi sviluppati. Negli Stati Uniti, un segnale particolarmente rilevante, oltre ai classici dati sull’occupazione e sui consumi, è rappresentato dalla crescita dei volumi trasportati dai principali operatori del trasporto ferroviario di merci. I volumi trasportati su rotaia negli Stati Uniti sono in aumento da tre settimane (+8,1% nella settima settimana, +1,8% nell’ottava settimana e +3,3% nella nona settimana). I settori che traggono maggiormente beneficio da questo trend positivo sono le costruzioni, i beni industriali, il carbone e i prodotti agricoli.

La Fed non dovrebbe quindi più esitare a proseguire con il rialzo dei tassi, a più riprese nel corso dell’anno. Anche la BCE ha iniziato a preparare il terreno per un discorso meno accomodante in vista dell’incremento delle aspettative di inflazione per i prossimi due anni. Tuttavia, rimangono delle riforme da attuare e delle speranze da far rinascere tra le generazioni scosse da un eccessivo indebitamento, dalla digitalizzazione e dalla globalizzazione delle economie.

A titolo esemplificativo, la Francia, insieme alla Finlandia, si è classificata sul gradino più alto del podio europeo per quanto riguarda la spesa pubblica (57% del PIL). Nel 2016, invece, l’Italia ha toccato il punto di minimo in termini di nascite. Nel 2016 ci sono state 12.000 nascite in meno rispetto al 2015, per un totale di 474.000 nascite. Quest’ultimo è il numero più basso dall'unificazione del paese nel 1861.

Non tutte le questioni sono quindi state risolte nella zona euro. Le prossime elezioni dovranno suggerire diverse soluzioni a questioni che potrebbero condurre a uno stallo finanziario. Pertanto gli investitori stanno timidamente ritornando ad investire sulle azioni europee: dopo una settimana di flussi in uscita, i flussi sono tornati positivi sulle azioni europee (1mld di dollari).

Testo redatto il 10 marzo 2017 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

Le questioni politiche stanno cominciando a lasciare spazio allo stato di salute delle economie dei paesi sviluppati. Negli Stati Uniti, un segnale particolarmente rilevante, oltre ai classici dati sull’occupazione e sui consumi, è rappresentato dalla crescita dei volumi trasportati dai principali operatori del trasporto ferroviario...
2017-03-10