24 Febbraio 2017

Il punto settimanale sui mercati di Igor de Maack

Commento di gestione

La stagione della pubblicazione dei risultati annuali ci consente, per il momento, di accantonare la politica. Dopo il rimbalzo del settore bancario nel secondo semestre 2016, il settore telecom ha dimostrato di poter essere una bella scommessa settoriale in questo 2017. Telecom Italia, Telefonica, Orange e Bouygues hanno annunciato dei solidi risultati. Il numero di abbonati alla fibra e alla banda larga ha continuato a crescere in tutta Europa e gli ARPUs (ricavi medi per utente) della telefonia mobile stanno iniziando a stabilizzarsi. Allo stesso tempo, i risultati operativi lordi di gestione dovrebbero nuovamente crescere, così come i dividendi. Le infrastrutture di telecomunicazione, dei media e dei dati digitali diverranno fondamentali e rappresentano un tema centrale di investimento scelto all’interno dei nostri fondi, vista anche la loro valutazione ragionevole.

Sul mercato obbligazionario, gli investitori, soprattutto quelli americani, attendono le prossime mosse della Fed. Negli ultimi dieci anni, la banca centrale americana ha realizzato solamente due rialzi dei tassi contro i 35 negli anni ‘70, i 28 negli anni ‘80, gli 11 negli anni ‘90, i 20 negli anni 2000. Il ciclo monetario attuale si dimostra quindi singolare, così come i record registrati dal mercato azionario americano.

Nell'ultimo decennio, i mercati azionari europei hanno attraversato diversi periodi di alta volatilità (crisi dei mutui subprime nel 2008 e crisi della zona euro nel 2011). Inoltre, i risparmiatori sono diventati più sensibili alla fragilità dei sistemi democratici, presi di mira da predicatori che propongono un futuro migliore con soluzioni che, in realtà, hanno già dimostrato la loro inefficacia in passato.

Pertanto, da alcune settimane, la fiducia è rinata. L’azionariato europeo ha registrato la quinta settimana consecutiva di raccolta positiva ($5mln). Questo segnale di speranza, nonostante le questioni politiche, potrebbe ridare un supporto al mercato azionario, dopo aver sofferto per diversi anni a causa della scoppio di bolle speculative (di internet, del debito...) nei momenti di eccesso di fiducia sull’asset class. In termini di investimenti azionari, nonostante i rischi, saremmo tentati di applicare il seguente detto latino, che di tanto in tanto ritroviamo sulle bottiglie di vino: abusus non tollit usum (l’abuso non esclude l'uso).

Testo redatto il 24 febbraio 2017 da Igor de Maack, Gestore e portavoce della Gestione. 

Il presente commento della gestione  è uno strumento promozionale di presentazione semplificato e non costituisce né un'offerta di sottoscrizione né una consulenza in materia di investimenti. Il presente non può essere riprodotto, divulgato, comunicato, in tutto o in parte, senza la precedente autorizzazione della società di gestione.

DNCA Investments è un marchio commerciale di DNCA Finance.

La stagione della pubblicazione dei risultati annuali ci consente, per il momento, di accantonare la politica. Dopo il rimbalzo del settore bancario nel secondo semestre 2016, il settore telecom ha dimostrato di poter essere una bella scommessa settoriale in questo 2017. Telecom Italia, Telefonica, Orange e Bouygues hanno annunciato dei solidi...
2017-02-24